beautiful tips
comments 8

Women in the mirror: trucco chic e naturale


Un trucco chic e naturale in 40 minuti.

ESIGENZA:


La protagonista del racconto di questo mese è Monica.
Monica, classe 1964, era alla ricerca di un look naturale, capace di “nascondere” quei piccoli difetti che tutti noi abbiamo. Voleva un make-up da poter sfoggiare in tutte le occasioni: dal supermercato alla cena con le amiche.
La nostra modella ha una carnagione olivastra, con un sottotono giallo. La cute non ha particolari difetti o discromie, l’unico piccolo problema è rappresentato dalla zona del naso, leggermente secca. Niente che una buona crema idratante non possa risolvere.
La difficoltà maggiore che ho riscontrato nell’eseguire questo trucco, è stata sull’occhio. Monica infatti presenta una piega molto pesante, per cui è stato necessario ricrearla e utilizzare una tecnica particolare per l’applicazione del mascara.

Studio e preparazione della pelle:

Monica aveva già effettuato la detersione del viso, quindi ho semplicemente applicato del tonico viso rinfrescante, lenitivo e anti-inquinamento, per preparare la pelle al trucco. Ho utilizzato successivamente una crema idratante ricca, concentrandomi soprattutto nella zona T. Non è stato necessario applicare un contorno occhi, in quando la pelle di Monica è distesa e luminosa anche in quella zona più delicata. Ha pochissime rughe e una leggerissima occhiaia!

La Base:

Monica ha un incarnato omogeneo.
Per questo motivo ho avuto bisogno della mia fedele palette di fondotinta in crema, a cialde. In questo modo ho potuto utilizzare due tonalità di colore, mischiate insieme. Ho applicato la base utilizzando la tecnica del buffing (con movimenti circolari) con un pennello da fondotinta arrotondato. Ho poi applicato un leggero strato di correttore picchiettandolo con le dita nella zona del contorno occhi.
Successivamente ho deciso di fare un leggerissimo contouring in crema. Non ho utilizzando un prodotto ad hoc. Ho preferito andare a ricreare leggermente gli zigomi e modificare leggermente la zona del mento, solamente con una tonalità più scura di fondotinta, ben sfumato. Per farlo, ho usato una spugnetta simil-beauty blender.

Occhi e sopracciglia:

Le sopracciglia di Monica sono rade e non curatissime, per questo ho deciso di non sconvolgerle troppo, per mantenere il suo look super naturale; ho eliminato qualche peletto che risiedeva troppo vicino alla palpebra mobile ed ho applicato un ombretto scuro molto leggero con l’aiuto di un pennello angolato per sopracciglia.
L’occhio è stato meno semplice. Ho iniziato applicando della cipria trasparente per opacizzare la palpebra e rendere il trucco più duraturo. Con un pennello piatto ho applicato la tonalità più chiara, su tutta la palpebra mobile. Con un pennello da sfumatura ho poi applicato un marrone molto naturale, e sono andata a ricreare la piega dell’occhio portando il colore verso l’alto, sfumandolo alla perfezione. In questo modo, l’occhio di Monica sembrerà meno cadente.
Ho applicato poi due matite: la prima, color crema, nella rima interna dell’occhio per ingrandirlo. La seconda, marrone scuro, sono andata a posizionale sulla rima cigliare superiore per dare una maggior definizione. L’importante, in questo caso in cui la palpebra presenta una piega molto pesante, è importante eseguire questo passaggio con una matita ben appuntita. Ho poi sfumato con un bastoncino di cotone.
Applicare il mascara è stato complicato. Le ciglia superiori sono infatti quasi totalmente nascoste dalla palpebra, soprattutto gli angoli esterni. Ho utilizzato una velina di carta e l’ho posizionata tra le ciglia di Monica ed il suo occhio e, con un fan brush ho colorato le ciglia di mascara. In questo modo il risultato dona comunque definizione, ma è naturale. E soprattutto non abbiamo sporcato la palpebra, cosa che sarebbe sicuramente successa se avessi utilizzato un normalissimo scovolino.

Labbra:

Avevo precedentemente idratato le labbra di applicando con un bastoncino di cotone una crema molto idratante, che ho poi tamponato con una velina. Ho ricreato il contorno labbra con una matita nude per correggere i piccoli difetti e rendere le labbra più armoniose. Ho poi applicato, prima con un pennello, poi direttamente dallo stick, un rossetto di una bellissima tonalità di rosso vintage.

Blush:

Volevo che le gote di Monica risultassero naturali, ma allo stesso tempo volevo dare definizione agli zigomi. Considerando che la nostra modella desiderava un trucco semplice, senza troppi prodotti, ho optato per un blush in stick, che ho applicato direttamente con le dita andando a picchiettarlo e sfumarlo. Essendo un prodotto molto luminoso, già applicato da solo quindi senza l’ausilio di un illuminante, va comunque a dare un tocco di luce anche agli zigomi, per un risultato dal finish naturale, per un look baciata dal sole.

Come ultimo tocco ho applicato la cipria su tutto il viso, con movimenti delicati dall’interno verso l’esterno.
Il risultato di questo trucco lo definirei con poche parole: chic e naturale.

FATIDICA DOMANDA: Monica, come ti vedi?
“Mi vedo ringiovanita, anche solo per una sera mi sembra di essere tornata indietro nel tempo!”
Considerando che Monica ha recuperato la sua borsetta ed è partita felice alla volta della cena per il suo ventottesimo anniversario di matrimonio con il marito Pietro, non posso che essere soddisfatta del risultato!

Giovani lo siamo dentro, il make-up ci da man forte. Che dire: il trucco c’è, ma non si vede!

Prodotti utilizzati:
VISO
• Chanel Le Tonique
• Kiehl’s Ultra Facial Cream
• Mud Cream Pro Palette – Foundation Palette #2 in YG1 + YG2
• Mud Cipria in polvere in Zero
• Chanel Eclate Lumiere in 40 Beige Moyen
OCCHI
• Charlotte Tilbury Luxury Palette in The Sophisticate – Shade 1 e 2
• Dolce & Gabbana The Eyeliner in 9 Nude e 10 Chocolate
• Mud Volumizing Mascara in Black (applicato con Mud #500 Mini Fan Mascara Brush)
CONTOURING, BLUSH E LABBRA
• Mud Cream Pro Palette – Foundation Palette #2 in DW5
• Charlotte Tilbury Beach Stick in Moon Beach
• Charlotte Tilbury Matte Revolution in Amazing Grace

Testo e Make-up: Elena Della Valle

8 Comments

  1. Giumi.P says

    Brava Elena hai fatto un ottimo lavoro. Pure la descrizione dell’opera svolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *