beautiful tips
Leave a comment

Un tempo tutto nostro: la pulizia del viso dall’estetista

Le vacanze potrebbero essere anche un tempo da dedicarci, tutto nostro, per prenderci cura di noi, per esempio andando dall’estetista a fare una pulizia del viso.

Abbiamo intervistato Annamaria Previati, naturopata ed estetista professionista, titolare di Biostudio Natura, atelier di Benessere e Bellezza a Milano, per capire meglio, quando e come regalarci questo momento.

Diciamolo subito, perché è importante fare la pulizia del viso proprio in un salone di bellezza?

La pulizia del viso va fatta per favorire il ricambio della pelle, il rinnovamento e approvvigionamento delle cellule e delle giuste sostanze, che andrebbero studiate in funzione delle varie reazioni della pelle, del ph, dal caldo del vapore a temperature differenti. Serve a far conoscere alla persona che lo riceve la sua pelle con le sue reazioni e al professionista dà il modo di trovare le tecniche adeguate per trattare correttamente quel tipo di pelle, in modo delicato, armonico e competente.
Inoltre alla fine della strizzatura, se necessaria il professionista, disinfetta, riequilibra il pH applica maschere sebonormalizzanti reidrata e restituisce alla cute la normale protezione lipidica.


Ogni quanto tempo è necessario fare la pulizia da un’estetita?
È soggettivo, tendenzialmente se la pelle non ha particolari necessità e non è squilibrata, al cambio di stagione oppure ogni mese per accompagnare il giusto turn over fisiologico (ogni 15 – 20 giorni).

E se la faccio a casa?

Un professionista ha studiato, ha una formazione e ha la capacità di scegliere le manovre e il giusto livello di strizzatura e di igiene.
A casa si possono fare danni, è meglio continuare solo con maschere o peeling e attenzione però al fai da te. È fondamentale invece la pulizia corretta del viso ogni giorno. Chi ha capillari fragili con tendenza all’arrossamento, deve imparare a gestire la proprio cute, con emulsioni leggere in gel.

Attenzione a usare una crema antibiotica sul brufolo, senza una prescrizione medica.

 

È vero che, a seconda di dove escono i brufoli, stanno manifestando una problematica?

Potrebbe essere. La cute del volto è disseminata di aree e punti riflessi: se escono sul mento o zona sottomandibolare può essere concomitante un’alterazione ormonale. Nel maschio potrebbe anche però trattarsi di una follicolite dovuta a una non corretta rasatura o al toccarsi con mani poco pulite mentre studia al pc o durante la guida; sulle gote potrebbe esser un problema emotivo oppure trattarsi di una rosacea; sulla fronte potrebbe essere un riflesso di un malfunzionamento intestinale o di una digestione difficile.

Sappiamo inoltre che certe acni compaiono in seguito a stress anche in età non più adolescenziale magari durante un periodo emotivamente difficile (trasloco, rotture sentimentali, gravidanza, cambio di lavoro) e interessare più distretti del volto e del cuoio capelluto(stress rececptors).

È sempre meglio confrontarsi per la corretta diagnosi col medico dermatologo o con lo specialista di riferimento.

 

Ma quando mi esce un brufolo, lo schiaccio?
No, perché il brufolo ha diritto alla sua evoluzione completa, se proprio lo devo togliere si può usare l’ittiolo o l’argilla verde per uso esterno miscelata con poche gocce di calendula e olio di girasole.

e poi va disinfettato e trattato con una crema alla calendula o lavanda o Tea Tree oil.

 

I brufoli sono un problema a tutte le età. Ma che cos’è un brufolo (o pustola)?
Una piccola raccolta circoscritta di pus a contenuto batterico o fungino che interessa l’epidermide o anche la parte immediatamente sottostante, generalmente localizzata a livello del follicolo pilosebaceo.

 

E che cos’è un punto nero (o comedone)?
È un tappo di polvere e residui cornei, un ostruzione dell’ostio follicolare impedente la corretta fuoriuscita del sebo che si indurisce ed ossida. Va accuratamente e correttamente rimossa con fazzoletti di cotone naturale per essere più delicati. Nella beauty routine, vanno usate delle spazzoline nei lavaggi (brossage) con prodotti schiumogeni con tensioattivi delicatissimi e a ph controllato. Il brufolo può essere un’evoluzione del comedone.

 

 

 

Annamaria Previati
Biostudio Natura

Corso Magenta 11 – Milano

Tel. 02 86451904

Email: info@biostudionatura.com

bio.studio.natura@email.it

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *