beautiful style
comment 1

Smart working e abbigliamento a casa

In smart workin la pigrizia può prevalere

Amiche, quando siamo a casa, – chi per lo smart working, chi in ferie (forzate) – la tentazione è quella di vagare con la tutona o peggio proprio in pigiamo con la vestaglia e il molletone di plastica (sapete che gli faccio la guerra fuori dal bagno).

E devo dirvi che stando a casa un po’ di pigrizia prevale.

E se proprio in questo periodo “buio” invece dessimo il nostro meglio?

Cominciando dall’abbigliamento, vestendoci pur rimanendo a casa e non la tutona vecchia (quella con già le forme delle ginocchia), ma un pantalone morbido (un leggins, chi preferisce il jeans), un bel maglione, i capelli puliti, una buona crema (abbiamo più tempo – togliendo il viaggio per raggiungere l’ufficio – la doccia la do per scontato, no), chi anche il trucco, perché no.

basta poco per stare in ordine

Chiamiamolo amore verso noi stesse, insegnamento per i nostri figli, energia per andare avanti.

1 Comment

  1. Pingback: Smart working: come ci vestiamo - parte II - don't forget the mirror

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *