beautiful moments
comments 2

Ecco l’angelo che tutti vorremmo avere: intervista a Rossella Migliaccio, consulente di immagine

È consulente di immagine ma non ti dirà mai la sua se non glielo chiedi espressamente, si professa ambasciatrice e non esprime un parere personale quando lavora, perché la sua consulenza è tutta tecnica, basata su armocromia, misure e materiali professionali.

L’angelo custode che tutte le donne (e gli uomini) vorrebbero avere perché con il suo metodo didascalico, ognuno può trovare il proprio stilepuntando sull’unicità e scoprendo quali sono i vestiti (colori, trucco e parrucco) adatti e che valorizzano la propria fisicità, non dovendo per forza seguire la moda.

Oggi intervistiamo Rossella Migliaccio, fondatrice di Italian Image Institute, che da antesignana aveva visto le potenzialità della consulenza di immagine, quando in Italia era praticamente un’attività sconosciuta.

Sul sito Italian Image Institute leggo che sei laureata in Bocconi – università per certi versi maschile e pragmatica – e che poi, dopo alcune esperienze, sei passata alla consulenza di immagine. Cosa è scattato?

Dopo la laurea in marketing ho lavorato qualche anno nell’editoria di moda e nella pubblicità, seguendo i clienti fashion e beauty. Era un lavoro che mi piaceva molto ed era già vicino alle mie grandi passioni. Poi a Londra ho scoperto il mondo della consulenza di immagine, peraltro già fiorente da diversi decenni nei Paesi anglosassoni, e me ne sono innamorata. Ho lasciato il mio vecchio lavoro e ho preso una certificazione internazionale come image consultant. Le persone a me vicine mi davano della matta, ma io avevo intravisto il potenziale anche per l’Italia e soprattutto avevo sentito la “vocazione” per questo lavoro che è tutt’altro che superficiale.

Dai servizi che si leggono sul sito, sei l’angelo custode che ogni donna vorrebbe avere. Chi si rivolge a Te?

I nostri clienti sono tra i più svariati: manager, insegnanti, politici, neomamme o ragazze neolaureate che hanno bisogno di capire come muoversi dal punto di vista dell’immagine nel mondo del lavoro.Chiunque, uomo o donna, desideri migliorare la propria immagine per motivi personali o professionali. E sono sempre di più le aziende che inseriscono i nostri servizi nelwelfare aziendale!

Perché l’immagine è importante?

Piaccia o no, viviamo in un’era in cui l’immagine è molto importante. Per fortuna, ancoranon basta senza il contenuto. Però i ritmi di vita stanno accelerando vorticosamente e quella famosa“prima impressione” è sempre più decisiva, nel privato quanto nel lavoro. Inoltre, c’è da dire cheun’immagine migliore ci fa sentire meglio con noi stessi e con gli altri, attivando un circolo virtuoso da non sottovalutare.

I sempre e i mai?

Personalmente penso che il concetto di “do e don’t” sia sempre più relativo. L’importante è che le nostre scelte in fatto di look rispondano a tre esigenze: devono essere valorizzanti per la nostra immagine; devono essere coerenti con il nostro stile personale e devono essere adeguate al contesto in cui ci presentiamo. Per il resto è giusto usare l’immagine per esprimere liberamente chi siamo.

Quando incontri una persona e magari noti qualcosa che non la migliora, glielo dici?

No, non voglio essere invadente o saccente, è sempre meglio evitare di dare consigli se non richiesti. La tematica è delicata e va trattata con tatto e attenzione.

Cosa non deve mancare nella borsa di una donna/uomo?

Una mentina, una spazzola per ravvivare i capelli, una crema mani: sono queidettagli che ci possono penalizzare quando siamo fuori posto.

Parli di italian style, è la bellezza per eccellenza?

Secondo me, sì! Ce lo riconosce il mondo intero e dovremmo crederci ed esserne più orgogliosi noi stessi. Abbiamo una cultura del bello e del viver bene, che affonda le radici nella storia dell’arte e nella nostra tradizione a tutto campo.

Cosa vedi allo specchio, oggi?

Sono serena e contenta della donna che vedo e delle soddisfazioni che ricevo.

Rossella Migliaccio fonda il primo istituto di immagine e offre consulenze one to one (link ai servizi) con percorsi personalizzati in base alle esigenze della singola persona, eseguite da consulenti (50 in Italia e Svizzera) formate da Rossella stessa, che utilizzano lo stesso metodo e che possiedono altri requisiti professionali peculiari. Si guarda alla fisicità, alla personalità e allo stile di ciascuno. Le donne e gli uomini non escono tutti uguali a un archetipo.

Allo stesso tempo collabora con aziende con eventi in boutique o formazione del personale di vendita per renderli capaci di consigliare meglio le clienti o lavorare sull’immagine coordinata dell’azienda.

E infine, i corsi in aula (sempre sold out) con un’offerta variegata.

2 Comments

  1. Maria Fontana says

    Piacersi è molto importante,ci aiuta a stare bene con noi stessi ma anche con gli altri,la nostra immagine rappresenta rappresenta il nostro biglietto da visita se il tutto è accompagnato da un buon cervello il gioco è fatto e saremo dei vincenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *