All posts filed under: beautiful life

Crescita personale femminile: uscire dalla comfort zone con 3 domande potenti

“Molti uomini hanno una vita di quieta disperazione: non vi rassegnate a questo, ribellatevi, non affogatevi nella pigrizia mentale, guardatevi intorno. Osate cambiare, cercate nuove strade”. (Prof John Keating da L’attimo Fuggente) Prendo in prestito una delle tante frasi da un film ispirante allora come oggi. Quieta disperazione… Vengono chiamate comfort zone, io le chiamo gabbie dorate: quelle situazioni in cui apparentemente sei sposata (leggi non sei sola), hai un lavoro (cioè hai uno stipendio), hai una casa (ovvero un luogo dove vivere). MA Ma anche in un matrimonio (o relazione) ci si può sentire tremendamente soli, e uno stipendio aiuta ad arrivare a fine mese ma non gratifica la nostra mente e una casa è ben più di un luogo. SOLO CHE SI HA PAURA. E allora si resta nella comfort zone (gabbia dorata) in una “quieta disperazione”. E quando leggo una frase del genere, non posso che esortarci a osare! Ma non solo! Ecco tre domande potenti che faranno ordine. 1. Chi voglio essere? È il tempo giusto per chiedercelo finalmente: chi voglio …

Crescita Personale femminile: “se solo…” lo togliamo dal vocabolario?

Se solo… Ecco un’altra espressione che dovremmo imparare a togliere dal nostro vocabolario (qui toglierei anche il verbo provare): “se solo…” Perché il “se” prevede una condizione necessaria affinché si verifichi un’azione: se solo avessi un marito più paziente… se solo avessi detto sì a quel colloquio… se solo avessi un capo meno arido… se solo avessi più tempo per me… Questo provoca, secondo me, due situazioni: 1. IL PROBLEMA NON SONO IO La prima è spostare il problema fuori da noi e non sentirci responsabili, se io ho un problema con mio marito o con un mio capo, cosa risolvo focalizzandomi solo sulle loro colpe? Se (e dico se: devo avere volontà, interesse e risorse per farlo) voglio davvero migliorare la situazione, posso lavorare solo sull’unica cosa di cui ho il controllo: me stesso. Anche perché la parola responsabilità è composta da due termini:  abilità di responso (risposta). Siamo solo noi ad avere la responsabilità (l’abilità di risposta /responso) di controllare la nostra vita, di influenzare le circostanze, lavorando su quello che siamo e …

Crescita personale femminile: la gentilezza al tempo del Covid, una testimonianza

Qualche giorno fa è stata la giornata mondiale della gentilezza, anche io ho postato una frase nelle stories di IG e già qualcosa mi sfruguliava. è possibile compiere un gesto di gentilezza al tempo del Covid? Dovete sapere che non credo alle giornate mondiali perché ho sempre la sensazione che siano un bluff: cioè voglio dire San Valentino è la giornata degli innamorati, e gli altri giorni? L’ 8 marzo è la festa delle donne, e gli altri giorni? Dunque, non ero convinta ma avevo trovato questa bella frase del Dalai Lama: “Sii gentile quando è possibile. È sempre possibile.” Mi era piaciuta perché c’era lo sforzo di essere gentili nel trovare sempre un motivo per esserlo. Mi ero messo in pace, avevo fatto la mia parte di gentilezza. Finché sabato una mia amica cara mi ha dato una bella sberla, raccontandomi un suo gesto di gentilezza concreto a una persona che non rientra propriamente nella sua cerchia stretta: portare la biancheria pulita a una signora ricoverata per Covid. Tutta la sua famiglia, figlia e …

Crescita personale femminile: la rottura degli schemi per andare avanti

A volte è necessaria una rottura degli schemi come un bianco e nero dentro un album di foto a colori. Perché se rimaniamo ancorati al loop “non ho un futuro”, “ho sbagliato tutto”, “il mio matrimonio va a pezzi”: giriamo a vuoto e non riusciamo a uscire dal vortice che ci tiene dentro, é necessaria una rottura degli schemi e questo tempo potrebbe aiutarci. Noi possiamo fare la differenza nel COME andare avanti. In questi giorni devo ammetterlo che sono preoccupata per questa malattia che ci affligge nel corpo e nella mente, che può minare la nostra salute e il nostro presente e futuro economico. Sulla mia scrivania ho la foto con la mia nipotina, l’ho presa tra le mani: la vita va avanti. Approfittando di questo tempo per: focalizzarci sul chi siamo fare una lista di cose che abbiamo rimandato per troppo tempo recuperando amicizie sospese Voglio essere una ottimista anche oggi. Cosa sto facendo io? Ho iniziato a camminare/correre (con fatica, eh), proseguo nei miei studi sull’empowerment femminile, per approfondire ancora di più …

Crescita personale femminile: nuova lettura degli errori del passato

Quante volte abbiamo fatto errori che ci hanno provocato (qualche) dolore? Il problema è che quell’errore del passato ci vincola e influenza anche nel presente (e nel futuro) con rimpianti e sensi di colpa. Per togliere la zavorra proviamo a fare un gioco (che poi, gioco non è): foglio di carta  ricordiamo uno di quegli accadimenti del passato riflettiamo, per quanto negativo, ci ha sviluppato una capacità o ci ha fatto scoprire delle risorse che neanche sapevamo di avere? Scriviamolo sul nostro foglio. Magari era solo strumentale nel nostro percorso. Non possiamo cambiare le scelte fatte e ricordarle è la sede della nostra esperienza. Ma possiamo dare a quell’evento un significato inedito, una nuova lettura degli errori commessi nel passato. Vuol dire rivedere il nostro passato con una luce rinnovata e creare il futuro che desideriamo tutto ancora da scrivere. E soprattutto significa passare dal ruolo di vittima a quello di artefice del proprio destino.  

Crescita personale: le donne normalissime eroine

Qualche giorno fa parlavo con un’amica su instagram e mi ha detto: “grazie che dai voce alle donne normali”. Quando ho aperto Instagram, la scelta fu quella di concentrami sulle foto dei prodotti che recensivo, man mano il canale é cresciuto e ci ho dovuto mettere la faccia. Con l’avvento delle stories, era come entrare nella vita degli altri, si lasciava spazio a foto o video o dirette non piú patinate e studiate ma più genuine, vere. La domanda peró che mi ponevo era: perché dovrebbe mai interessare la mia vita che é una vita normale fatta di lavoro, questioni di casa ( leggi panni e panni da stirare, cucina, etc), famiglia. Soprattutto non avevo da offrire città fantastiche, vacanze da sogno, lunch in ristoranti stellati. Ero una donna normale. Ci ho riflettuto a lungo sulla normalità che ho visualizzato con questa foto e il grembiule. Siamo donne normali, ma la nostra vita, questa capacità di gestire il budget, comprare bene le cose in offerta e cambiare il menú con creatività, i continui imprevisti, gli …

Crescita personale femminile: fare un passo indietro

Un passo indietro, in silenzio. Vi capita mai di fare (o dover fare) un passo indietro, mordervi la lingua e tacere? Nel lavoro perché i tempi non consentono, in un nuovo progetto perché non è il tempo giusto, nel dare un consiglio all’amica (che magari non lo ha richiesto, ma noi dall’esterno vediamo così chiaramente…), in una discussione con tuo marito/fidanzato, con il primo filarino di tuo figlio, tu vorresti chiedere, sapere se sta bene, se è felice, se, se, se, ma fai un passo indietro, ti silenzi e aspetti che arrivi il momento in cui lui deciderà di condividere. Perché fare un passo indietro non corrisponde necessariamente restare indietro, a volte rappresenta guardare da un’altra prospettiva, a volte vuol dire disinnescare e stare un passo avanti, a volte significa cedere il passo e dare spazio…

Crescita personale femminile: la pazienza

Come siete messe a pazienza, amiche mie? “Aspetta, aspetta non avere troppa fretta, con un buffo ritornello aspettare sarà bello: con la pazienza maturano le mele, finisce il temporale, si gonfiano le vele. Con la pazienza il passerotto vola, il ragno fa la tela, si impara una parola, con la pazienza…” recitava una canzoncina per bambini. Per la maggior parte delle questioni e faccende, ci vuole una gran pazienza, come se il senso del tempo si dilatasse. Quel semino messo nel terreno delle buone intenzioni che diventa azione. Quell’incontro che si compie. Quel sentimento che matura. Quel progetto che diventa realtà. Con il tempo, la cura e la pazienza… In quieta attesa del tempo della raccolta.

Crescita personale femminile: la resilienza, 6 esercizi

Bisogna essere resilienti. E tu, sei resiliente? La parola resilienza in qualunque contesto la leggi è proprio interessante per la treccani  Nella tecnologia dei materiali, la resistenza a rottura per sollecitazione dinamica, determinata con apposita prova d’urto: prova di r.; valore di r., il cui inverso è l’indice di fragilità. 2. Nella tecnologia dei filati e dei tessuti, l’attitudine di questi a riprendere, dopo una deformazione, l’aspetto originale. 3. In psicologia, la capacità di reagire di fronte a traumi, difficoltà, ecc. Che sia prova di resistenza, che sia un riprendere l’aspetto originale, che sia una capacità di reagire alle difficoltà, la resilienza dovrebbe essere coltivata come prima qualità e pregio da avere. La resilienza richiede “allenamento” e va praticata tutti i giorni, per essere pronti all’imprevisto, sapendolo affrontare. Come? mostrandosi flessibili e mai rigidi, imparando ad adattarsi alle situazioni; mettendoci nei panni degli altri; conoscendo compiutamente i nostri punti di forza e punti di miglioramento, in modo da sviluppare l’autostima; ponendoci degli obiettivi concreti da raggiungere; circondandoci di un ambiente favorevole; vivendo le emozioni completamente …

Crescita personale femminile: l’amore aggiusta tutto

TU METTICI Il CUORE AL RESTO PENSA LA VITA Sembra una frase un po’ smielata, vero? Eppure, oggi più che mai, ho imparato che quando l’amore è vero, incondizionato, potente, aggiusta tutto. L’amore rompe le dighe del cuore. Disarma anche il burbero (e se poi non accetta, pazienza, noi avremo provato). È un sempreverde (anche davanti alla delusione, possiamo trovare ancora la capacità di amare). Ci riconduce dolcemente a noi stessi. Ci rende diversi, spesso migliori (perché tira fuori il nostro meglio), a volte permeati di qualcosa superiore. Fa rinascere a nuova vita. Accoglie le differenze. Ci stropiccia, leva il rossetto, spettina, emoziona. Ci sorprende, ci nobilita, da coraggio. Insegna a un timido ad alzare lo sguardo per un brindisi sincero.