beautiful tips
Leave a comment

Capelli: i rimedi della nonna di Redy

i rimedi della nonna di Redy

Sento ancora vivo il ricordo di quando, da bambino, veniva servito il the alla menta con i biscotti alle mandorle, mentre si spandeva il profumo del pane al burro salato fatto in casa.

Mi vengono alla memoria queste storie di antichi rimedi.

Ogni volta che, nel presente, si parla di abbigliamento vintage o di soluzioni tradizionali, mi torna alla memoria mia nonna, questa donna antica ma sempre all’avanguardia, che donava i suoi insegnamenti per mantenere la chioma folta, idratata e lucida in modo naturale.

Aicha è il nome di mia nonna, una donna protettiva e altruista, con la quale ho vissuto per i miei primi cinque anni…

Mi ricordo i suoi infusi di spezie e di fiori, li racchiudeva in una moka, mettendo quel suo miscuglio di chiodi di garofano tritati e di fiori di lavanda al posto del caffè: l’infuso veniva conservato fino a quando arrivava il momento di dedicarsi alla cura dei capelli.

 

La ricetta:

1 tuorlo d’uovo 

1 tazza di yogurt fatto in casa

1 tazzina di infuso di chiodi di garofano e lavanda

Non potevano poi mancare 5 gocce di olio d’argan.

 

Notavo la cura e il piacere che usava ad applicare l’impacco e poi si infilava nella vasca piena di vapore per far agire per un bel po’ il preparato, appena uscita dall’hammam applicava dell’altro olio d’argan sul viso. Mi ricordo che lo usava anche nelle ciglia prima del kajal dopo aver asciugato i capelli. Questo rituale era il suo toccasana lasciava un’essenza ai capelli e mi donava un piacere estatico ogni volta che ne sentivo l’odore.

Ancora adesso mi viene in mente mia nonna Aicha, il suo rituale di bellezza era diffuso tra le amiche, mi ricordo di una festicciola organizzata dalla nonna, dove tra danze e musica c’è sempre il momento in cui le donne berbere si confrontano, si danno consigli, si scambiano rimedi molto antichi e il rituale della nonna Aicha era molto apprezzato, come una magia per proteggere i capelli dal sole e dall’umidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *