beautiful inspiration
comment 1

A scuola di profumo: lezione 2, l’ispirazione

Dove nasce un profumo? Il profumiere da cosa è ispirato? Il cuore, la ragione, la pancia? Cosa lo guida?  Nella prima lezione abbiamo visto la Piramide olfattiva, che è la struttura del profumo. Nella lezione 2 di scuola di profumo scopriamo che prima ancora di scegliere le varie note a caratterizzare la fragranza, prima c’è l’ispirazione.

Ci sono dei profumi che nascono da un viaggio, altri dalla memoria.

Serge Lutens La ReligieuseQuesta è la storia di La Religieuse di Serge Lutens.

Liberateci dal Bene!
 Bianco come la neve è il fiore del gelsomino. La mia religione è il nero” Serge Lutens

 

Della sua nascita da figlio illegittimo, della vergogna e del dolore della mamma, un travaglio lungo e sofferto, amplificato dall’indifferenza e freddezza delle suore che la accolgono per dovere, non certo per amore. Serge è turbato dal racconto delle sue origini. E questo dolore diventa a poco poco travaglio interiore, dissidio e contrasto con la religione.

Il ricordo torna a quel giorno delle origini, il 14 marzo 1942, nevica e quella neve che fa da testimone diventa il simbolo della purezza e della bellezza incontaminata, ma allo stesso tempo fredda e silente. Si contrappone a tanto candore quel vestito nero delle suore, i volti duri, le parole non amorevoli. E il ricordo diventa dolore e la sofferenza, come nelle migliori tradizioni artistiche, viene sublimata e in questi toni cupi nasce La Religieuse, sensuale e ambigua, mistica e dissacrante.

Il candido gelsomino bianco si fa avvincere dall’ascetico incenso per poi cedere al muschio animale.

È come annichilire il bene e il male all’interno di sé. Tutto ciò che rimane è una singola identità: noi stessi” Serge Lutens

1 Comment

  1. Pingback: A scuola di profumo: lezione 3, il tributo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *