E poi è arrivata Samantha

samantha

In soggiorno ho un grande specchio ambrato di mia nonna che mi porto dietro da 24 anni. Ogni mattina prima di uscire faccio un check veloce. A volte sono soddisfatta degli abbinamenti, a volte qualcosa stona. A 43 anni posso dire che lo specchio mi restituisce consapevolezza.

La vera scoperta è accaduta tempo fa parlando con una persona che mi conosceva appena: stava descrivendo caratteristiche note a pochi. Così ho capito che le persone che incontro mi fanno da specchio rivelandomi aspetti magari dimenticati. E allo stesso modo io sono rimando a chi si accosta.

Non dimentico lo specchio, che vedo la mattina prima di uscire, e quelli che incontro durante la giornata…

4 Comments

  1. Laura says

    Certi incontri sono magici, siamo noi portatori di magia è troppo spesso ce ne dimentichiamo o semplicemente non ne siamo consapevoli! Fatto sta che avere la fortuna di incontrare persone speciali che danno incondizionatamente il loro amore agli altri è una bella fortuna ed un grande esempio, sono felice di averne incontrata una molto speciale che mi ha fatto capire quale era la mia aspirazione……tuttora la porto nel cuore ogni giorno quando sono in accademia per imparare una nuova magia! ?

    • Samantha says

      Chiamala sintonia, magia o forse riflesso (dello specchio).
      grazie di esserlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *