beautiful tips
comments 2

Il diavolo veste low: l’accesorio colorato low cost

“Si fa presto a dire Prada”, mi avete detto. Insomma con una borsa Prada, Chanel, Hermes è facile sentirsi cool, ma con un accessorio colorato low cost, come la mettiamo?

Devo dire che colossi come Zara e H&M ci hanno dato la possibilità di comprare a prezzi low un capo simile a quello visto sulle riviste patinate.

Ma io non amo le copie, proprio non riesco a comprare qualcosa che somiglia a qualcosa che non posso comprare. Non ho mai copiato a scuola neanche all’esame delle superiori quando è uscito il compito sul tetraedro (che fatico ancora oggi a capire cosa sia), e proprio non riesco, non è snobismo, semplicemente mantengo (e resterà sempre tale) il sogno vivo di avere, forse un giorno, una 2.55 o una Birkin. E fino ad allora, scelgo una borsa di buona fattura, con tante tasche, senza alcun logo.

 

Quindi ho fatto uno sforzo in più, non ho cercato qualcosa che somigliasse, ma qualcosa che abbiamo sicuramente nell’armadio e che non ricordiamo più. A meno che tu non sia come mia zia Lucy che regala tutto, in questo caso striscia la carta…

Come aggiungere quindi un tocco di colore a una mise tutta nera?

 

Il foulard fa sempre chic!

Tutte abbiamo un foulard preso in qualche mercatino, io ne ho scelto uno sui toni del rosso con disegni cachemire – il motivo decorativo, detto anche paisley o boteh, a forma di goccia allungata con la punta ricurva o arricciata. Un elemento antico, usato nell’arte dei tappeti, originario forse della Mesopotamia e caratteristico dei Paesi orientali, che evoca suggestioni esotiche e paesi lontani. Molto global

 

Il guantino fa sempre elegante.

Invece del solito guantino nero, l’alternativa è il colore oro fin dal mattino, molto regale. Io ho scelto quello pregiato e allo stesso tempo accessibile di Sermoneta Gloves, dalla pelle meravigliosa con una miriade di possibilità di colori.

 

Lo stivaletto peloso fa tanto inverno

Non sono sexy, anzi sono peggio delle ballerine, troppo paperotte, non slanciano la gamba, non aiutano nell’altezza. MA sono la cosa più calda e comoda che ci sia. Io li uso nei giorni super freddi (con seconda scarpa in borsa rigorosamente) e ho scelte quelli meno conosciuti: le Heydudeshoes super economiche. Il grigio chiaro lo metto con tutto. Take it easy!

 

Il vintage fa sempre cool!

Cosa c’è di più attuale del vintage?!? Io nell’armadio della nonna, oltre a tutta una serie di foulard e un cappottino che si era cucita lei, ho preso una borsa e un paio di occhiali. Ho speso solo per far montare le lenti. Attenzione con gli occhi non si scherza, quindi le lenti devono essere sempre ottime. A Milano c’è un’ottica famosissima Foto Veneta Ottica che oltre ad avere collezioni attuali, ha anche un corner con tutti occhiali vintage da vera diva!

 

La fascia-turbante fa tanto blogger

Insomma quando avevo vent’anni si usava la fascia per andare in montagna e coprire le fronte e le orecchie, sotto i capelli, per chi non amava il cappello. Adesso la fascia-turbante ha una nuova evoluzione e diventa super trendy perché portata sopra i capelli come un turbante. Di Pimkie.

 

 

2 Comments

    • Samantha says

      Cara Mari, quando sei circondata da persone “magiche” attrai tutta la loro bellezza…Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *